In Val Susa recuperato un esemplare di lupo morto

Di GIANCARLO COSTA ,

Lupi
Lupi

Sabato 9 gennaio in tarda mattinata alcuni cittadini hanno segnalato all'Ente Parco il ritrovamento di un lupo morto in località Polveriera, tra il Comune di Susa e la frazione Foresto (Bussoleno), in Valle di Susa.

II guardiaparco del vicino Parco naturale Orsiera-Rocciavrè, aree protette Alpi Cozie, sono intervenuti attivando le procedure previste dall'ordinanza Ministeriale del 10 febbraio 2012, contattando i colleghi del Corpo Forestale dello Stato del comando Stazione di Bussoleno e il veterinario dell'ASL TO3.

Il lupo, un esemplare maschio adulto, è stato recuperato e consegnato all'Istituto Zooprofilattico di Torino per l'autopsia e le analisi di laboratorio che chiariranno la causa di morte e l'eventuale presenza di sostanze tossiche. Tutti gli accertamenti scientifici saranno eseguiti dai veterinari dell'istituto Zoooprofilattico di Torino, in collaborazione con il Centro di Referenza per le Malattie degli Animali Selvatici di Aosta e con i professori della Facoltà di Veterinaria.

La zona del ritrovamento corrisponde all'home range del branco della Val Cenischia, che spazia fino al territorio del Comune di Mompantero. Qui nel marzo 2015, in seguito all'intossicazione di due cani di proprietà, la squadra cinofila antiveleno del progetto LIFE WolfAlps, aveva eseguito una scrupolosa bonifica, ritrovando numerosi bocconi avvelenati e scongiurando così il pericolo per altri animali domestici e selvatici.

Durante i mesi invernali non è inusuale trovare esemplari di lupi morti soprattutto lungo le strade statali o lungo la linea ferroviaria: generalmente si tratta di soggetti giovani in dispersione sul territorio, vittime di incidenti; questo caso però è particolare perché l'aspetto del lupo morto fa pensare piuttosto a un esemplare dominante. Solo le analisi genetiche potranno confermare o meno questa ipotesi e fornire indicazioni sul branco di appartenenza del lupo e quindi sui suoi spostamenti.

Fonte Piemonte Parchi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti