Valanga sulla parte Nord dell'Ortles: muoiono un italiano e uno spagnolo

Di GIANCARLO COSTA ,

Panorama Ortles, Cevedale, Gran Zebrù.jpg
Panorama Ortles, Cevedale, Gran Zebrù.jpg

È di due morti e due feriti il drammatico bilancio di una valanga che ha travolto due coppie di escursionisti mentre erano impegnati in una ascesa lungo la parte Nord dell’Ortles, a 2.800 metri di quota. A perdere la vita un giovane italiano di 35 anni, da anni residente in Svizzera, e uno spagnolo di 40, di cui non sono state ancora rese note le generalità. Sono invece salvi un uomo e una donna tedesca, recuperati nella neve e poi trasferiti con gli elicotteri del 118 e dell’Aiut Alpin Dolomites agli ospedali di Bolzano e Merano.

A nulla sono invece serviti gli sforzi degli uomini del soccorso alpino, carabinieri e vigili del fuoco, per ritrovare ancora in vita gli altri due escursionisti. Sul posto sono anche intervenuti i Carabinieri e i vigili del fuoco. L’incidente è accaduto nella zona del rifugio Tabaretta. Poco dopo aver iniziato l’escursione le due coppie sono state travolte da una valanga dal fronte di sessanta metri e della profondità di duecento. A causarla - secondo le testimonianze - sarebbe stato il distacco in quota di un seracco che ha poi portato al precipitare a valle della grande massa nevosa. A chiamare i soccorsi è stato l’escursionista tedesco, che saliva in coppia con lo spagnolo. Dopo essere stato travolto è comunque riuscito a liberarsi dalla massa nevosa e a lanciare l’allarme.

La zona è stata quindi raggiunta dalle squadre dei soccorritori trasportate dagli elicotteri. Un’azione tempestiva, come ormai è tradizione in simili circostanze in Trentino Alto Adige, che ha permesso di trarre in salvo la donna tedesca. Inutili invece i frenetici tentativi di estrarre dalla valanga gli altri due corpi, poi trovati privi di vita. Il bilancio dell’incidente poteva assumere dimensione ben più gravi considerando che nella zona della parete Nord dell’Ortles erano impegnati, in altre escursioni, altri otto gruppi di alpinisti.

Fonte lastampa.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti