Vittoria dello sport al Duathlon di Natale

Di ALBERTO ,

DSCF3774
DSCF3774

Dei 118 iscritti sono realmente partiti in 106, facendo registrare il record assoluto di partecipanti al Duathlon di Natale che si è svolto domenica a Cuneo presso il Parco della Gioventù.

A dare il via l’assessore  del Comune di Cuneo Guido Lerda che ha fatto scattare gli atleti che si sono dovuti confrontare sui canonici 4km di podismo, 13km di mtb ed ancora 2km di podismo. Il clima era natalizio al 100% con l’organizzatore, Davide Nerattini, vestito da “Babbo Natale” con addirittura pancia vera1; ma in molti atleti hanno corso con il cappello natalizio. La neve su quasi tutti il percorso, un paio di centimetri, ha reso veramente fantastici i vari percorsi studiati dalla Cuneo Triathlon. Gara dura ma molto avvincente con tre classifiche ben distinte, individuali donne e uomini e staffette. Vera battaglia tra gli uomini e nelle staffette; tra le donne successo facile per Cristina Clerico davanti a Paola Ramponi, terza Sara Piovano, quarta Livia Ferrua e quinta Nadia Dal Ben e sesta Daria Meinardi.  Nelle staffette la vittoria è andata ai Solavaggione, Manuel e Fabrizio, che hanno alla fine staccato di soli 7” la coppia di Donato Campanini-Paolo Giuliano, terzi Silvio Enzi-Piero Sedaboni. Oltre 20 le coppie che hanno gareggiato domenica facendo registrare il record di coppie ma presentatisi al Duathlon di Natale. Tre gli uomini ha vinto grazie alle due prove podistiche Danilo Lanternino che aveva concluso la prima frazione in testa ma poi si era fatto superare dal valdostano Luca Alladio, Marco Gallesio e Gianfranco Lanternino. Nell’ultima frazione c’è stata la resa dei conti dove Danilo Lanternino ha messo in fila gli avversari ed è andato a vincere, secondo e terzo rispettivamente Alladio e Gallesio, quarto l’altro Lanternino. Da segnalare la presenta di Dante Armanini, fondatore ed organizzatore della gara più vecchia d’Italia, Bardolino che anche quest’anno ha superato le 1.200 presenze. Presente ed in gara anche lo sponsor C’è Bassetti Cuneo, per Alberto Rovera un buon tempo con poco più di un’ora e 5 minuti. Solo 2 atleti non hanno terminato la gara e per fortuna di tutti solo per problemi tecnici alle proprie bike. Molta commozione c’è stata quando prima della partenza sono stati ricordati alcuni sportivi e dirigenti  che ci hanno lasciato,  Davide Nerattini ha ricordato Emilio Di Toro il Presidente della Federazione Italiana Triathlon recentemente scomparso, il cronometrista Conti che era sempre presente a  dare una mano alle gare della Cuneo Triathlon, e soprattutto l’atleta dell’Alba Triathlon che è mancato venerdì ed era regolamente iscritto al Duathlon di Natale con sua moglie, purtroppo un incidente lo ha portato in coma e poi a mancare. In gara gli amici di Roberto Boghetto hanno voluto fare un grosso in bocca al lupo al loro amico che si trova in rianimazione; Giuliano e Campanini hanno voluto, partecipando alla gara fare un grosso arrivederci sui campi gara al loro amico di tante sfide ed allenamenti Roberto Boghetto. Lo sport serve anche per distrarsi, almeno per un piccolo o grande momento che sia, dai grandi problemi che ci affliggono e questo forse è l’obiettivo di chi fa amatorialmente il proprio sport preferito. Tutti gli atleti sono stati accolti dagli sponsor alimentari e non come acqua Lurisia, Caseificio Valle Stura, APS del Piemonte, Orsobianco Dolciaria, Mizuno, Selle San Marco, C’è Bassetti Cuneo, Ottica B Cuneo, Ford Azzurra, Bottero Ski e Esi Multi Compex. Tutte le classifiche su www.italiatriathlon.it

 

Il prossimo appuntamento sarà con il Limit Ski Run Bottero Ski che si svolgerà a S. Giacomo di Roburent il prossimo 24 gennaio ed il 13-14 febbraio a Sampeyre. Il Limit Ski Run è l’unica gara al mondo che mette a confronto gli atleti in 2 manches di slalom gigante, 6km di sci di fondo e 4km di podismo su neve



Può interessarti