Bene Fabian e la Betto nel World Championshp Series a Kitzbuhel

Di MARCO CESTE ,

Alessandro Fabian (foto fitri.it)
Alessandro Fabian (foto fitri.it)

Buone prestazioni per gli italiani nella prova di campionato del mondo a Kitzbuhel, disputatasi domenica. Alessandro Fabian ha conquistato, dopo due settimane dalla tappa di Madrid in cui aveva centrato la 13^ posizione, un importante e forse ancor più significativo 14^ posto e, questa volta, grazie all'ultima frazione podistica , in cui ha evidenziato la sua crescita tecnica anche nella corsa, disciplina su cui sta lavorando con particolare attenzione.
Uscito molto bene dal nuoto, terzo assoluto, ben controllato nel ciclismo, che si e' svolto sotto pioggia battente e forte vento e dalla cui frazione sono usciti in 40 tutti insieme i più forti, il carabiniere padovano ha affrontato bene i 10 km ed ha tagliato il traguardo in 14^ posizione, mostrando di esserci anche in quella frazione che gli e' meno congeniale; la sua brillante gara podistica e' stata comunque sostenuta da due frazioni precedenti di assoluto livello.
La vittoria della tappa mondiale austriaca e' andata al britannico Alistair Brownlee che dopo esser sceso dalla bici insieme al gruppo dei circa 40 atleti, e' volato solo indisturbato al traguardo.
Alle sue spalle il russo Brukhankov e terzo lo svizzero Riederer. Domani in gara a partire dalle 12.35 le azzurre Alice Betto, Charlotte Bonin e Anna Maria Mazzetti.

29° posto, invece,  per l’azzurra della DDS Alice Betto. Uscita bene dal nuoto, in 11^ posizione, è stata altrettanto brava nella successiva frazione ciclistica, capace di restare sempre nel gruppo di testa; nella corsa conclusiva, l'esperienza delle altre avversarie ed i ritmi sostenuti, hanno sicuramente giocato a sfavore della Betto, che ha comunque mostrato di avere nelle prime due frazioni 'tanto ancora da dire'.
La vittoria della tappa austriaca è andata alla canadese, favorita dai pronostici, Paula Findlay che ha tagliato il traguardo con un tempo di 2.05.52, alle sue spalle a 4 secondi, l'inglese Helen Jenkins e terza sul podio la statunitense Sarah Groff.
L'azzurra delle Fiamme Oro, Anna Maria Mazzetti si è piazzata 44^ e Charlotte Bonin (GS Fiamme Azzurre) ha concluso 50^. Entrambi le atlete italiane sono uscite attardate dal nuoto ed è stato impossibile per loro 'rientrare' in gara; Charlotte Bonin è stata ulteriormente penalizzata dalla caduta di un'avversaria davanti, che le ha fatto perdere altro tempo prezioso.



Può interessarti