Alpinismo

Tutto esaurito per Alex Honnold “A tu per tu con i grandi dello sport” di Sport Specialist

Di Giancarlo Costa

Alex Honnold premiato da Sergio Longoni (Foto Gianmario Besana)

Un po’ c’era da aspettarselo. Ma vedere il palazzetto dello sport di Barzanò stracolmo, con duemila persone in standing ovation davanti ad Alex Honnold, il climber americano che ha stupito il mondo con i suoi free-solo, è un’emozione che non si dimentica.

Protagonista della serata è stata la scalata compiuta da Honnold il 3 giugno 2017: la prima free-solo sulla via “Freerider” del Nose a El Capitan, sulla più famosa big wall del mondo, in 3 ore ...

Continua a leggere

Due alpinisti morti nel Couloir du Gouter al Monte Bianco

Di Giancarlo Costa

Monte Bianco da Chamonix

Due alpinisti della Repubblica Ceca sono morti in altrettanti incidenti avvenuti sul Monte Bianco nell'arco di 12 ore. Entrambi sono scivolati e quindi precipitati dal Couloir du Gouter, delicato passaggio obbligato lungo la via normale francese alla vetta.

Il primo incidente è avvenuto martedì sera, verso le 21.30.
Un trentenne, in gruppo con altri cinque scalatori, è caduto quando si trovava all'uscita del canalone, sotto al vecchio rifugio del Gouter. E' caduto per 600 metri.

...

Continua a leggere

Outwet Islanda Carbon: Dryarn e carbonio per le condizioni climatiche estreme

Di Giancarlo Costa

Apertura Outwet Islanda Carbon

ISLANDA CARBON è il nuovo capo ultra tecnico Outwet realizzato in Dryarn® e Resistex® carbon. Le alte percentuali di Dryarn consentono a chi indossa Islanda Carbon di apprezzare tutte le performance legate al filato: termoregolazione, traspirabilità, batteriostaticità. L’abbinamento con il carbonio rende il capo ideale soprattutto per chi pratica sport con sforzi prolungati in condizioni climatiche estreme e opposte, dal grande caldo al grande freddo, permettendo di ottenere eccellenti risultati nell’ambito sportivo a livello agonistico ed amatoriale.

...

Continua a leggere

Dalla valle alla vetta senza mai cambiare scarpe: SCARPA Ribelle Tech OD

Di Giancarlo Costa

SCARPA Ribelle Tech OD ai piedi di Herve Barmasse

SCARPA modello Ribelle Tech OD, è uno scarpone ultraleggero creato per rivoluzionare il mondo dell’alpinismo.

Il concetto innovativo che ha ispirato la creazione di questo scarpone, è di mettere ai piedi degli alpinisti un prodotto con cui salire e scendere le montagne dal parcheggio alla vetta passando per sentieri, pietraie, ghiacciai e creste, da affrontare con materiale alpinistico. Un concetto vecchio come il mondo, ovviamente, ma che si accompagnava al fatto di usare una scarpa da corsa in ...

Continua a leggere

Incidente mortale sul Caporal in Valle dell’Orco

Di Giancarlo Costa

Caporal (foto Gulliver)

Un alpinista francese originario di Montpellier è morto mercoledì 12 ottobre in Valle dell'Orco, sul versante piemontese del Parco nazionale del Gran Paradiso, durante la discesa in corda doppia dalla parete del Caporal. A dare l'allarme è stato il compagno di scalata che ha chiamato il il soccorso dopo l’incidente. I tecnici del soccorso alpino, in tarda serata, hanno recuperato il corpo dell'alpinista ai piedi della parete.

Continua a leggere

Scalare l’Everest grazie alla realtà’ virtuale

Di Giancarlo Costa

Everest VR 2

È il sogno di ogni alpinista, il desiderio di tutti gli appassionati di montagna: raggiungere la vetta dell’Everest è un’impresa unica ed estrema riservata a pochi. Da oggi però, grazie alla realtà virtuale, tutti potranno vivere un’esperienza interattiva indimenticabile alla scoperta pendii del monte più alto del mondo.

EVEREST VR, sviluppato da Solfar Studios, è la più incredibile esperienza immersiva sull’Everest mai realizzata.

Pensato per il visore 3D HTC Vive, Everest VR è a ...

Continua a leggere

Mammut Eiger Extreme: l’abbigliamento che ridefinisce l’estremo

Di Giancarlo Costa

Apertura Mammut Aiger Extreme con Dani Arnold

Prodotti estremi per applicazioni estreme: ora alla sua quarta generazione, la nuova
collezione Mammut Eiger Extreme sta ancora fissando standard per l’abbigliamento
sportivo da montagna. Invece che essere costruita sulla funzionalità, la leggerezza e la
fattura dei successi precedenti, l'intera collezione è stata completamente ridisegnata e in
molti casi riallineata alle esigenze degli arrampicatori. I tessuti resistenti all'abrasione e le
nuove combinazioni di materiali sopportano sforzi meccanici estremi e offrono la massima
protezione contro le influenze ...

Continua a leggere

Due alpinisti tedeschi morti sul Liskamm

Di Giancarlo Costa

Il rifugio Quintino Sella e la cresta dei Liskamm

Sono di nazionalità tedesca i due alpinisti dispersi sul Monte Rosa e ritrovati questa mattina alla base di una cresta sulla parete Est del Naso del Lyskamm, a quota 4000 metri. Lukas Wien, 23 anni e Nele Wehner, 21 anni, erano partiti giovedì scorso da Zermatt per fare la traversata del Monte Rosa, a bordo della funivia che li aveva condotti al Piccolo Cervino; da lì avevano raggiunto il rifugio Quintino Sella venerdì sera per poi affrontare, sabato mattina, la ...

Continua a leggere

Incidente mortale in Presanella per tre alpinisti

Di Giancarlo Costa

Cima Presanella (Foto Vermiglio Vacanze)

Incidente mortale in Presanella, montagna del Trentino Alto Adige, ieri mattina. Nove alpinisti, suddivisi in tre cordate, erano partiti per la vetta a quota 3558 metri. Superata la forcella Freshfield, le condizioni del ghiacciaio erano critiche, ghiaccio blu su cui era difficile far presa anche con piccozze e ramponi. Qualche componente delle cordate dev’essere scivolato e ha trascinato nella caduta i compagni.

Quando gli uomini del Soccorso Alpino, trasportati a 3.200 metri di quota dall'elicottero, sono ...

Continua a leggere

Incidente mortale sul versante francese del Monte Bianco

Di Giancarlo Costa

Monte Bianco versante francese

Un ventottenne francese è morto ieri sul versante francese del Monte Bianco. L'uomo - in tenuta da trailer e senza attrezzatura alpinistica, secondo il sindaco di Saint-Gervais, Jean-Marc Peillex - è precipitato nella zona della cresta delle Bosses. La stessa dove, lo scorso 17 agosto, è stato trovato in fondo a un crepaccio il corpo di un quarantaseienne di Lione. Risultava scomparso da Ferragosto e aveva affrontato l'ascesa alla vetta in tenuta leggera. La gendarmeria di Chamonix non ha ancora ...

Continua a leggere