Il Giappone viaggia con il sole

Di ALBERTO ,

TOKAICHALLENGER
TOKAICHALLENGER

Tokai Challanger, un’automobile progettata in Giappone, si impone nel Global green challenger, rally riservato ad autoveicoli alimentati a energia solare.


Da una settimana, la bandiera del Sol Levante sventola convinta sulle vette della ricerca della mobilità a energia solare. Non si pensi a uno stupido gioco di parole, perché ci riferisce, qui, al trionfo riportato dalla macchina Tokai Challenger nel Global green challenger 2009, rally riservato ad automobili alimentate dai raggi del sole.

Il Global green challenger si tiene ogni due anni in Australia, lungo un percorso di 3000 km che, con partenza da Darwin, attraversa da nord a sud il Paese, per raggiungere Adelaide. Divisa in varie tappe, la corsa si impossessa – ogni giorno dalle 8 alle 17 per una settimana – delle strade del paese dei canguri. Quando suona la più classica ora del tè, i concorrenti devono fermare la macchina e campeggiare ovunque si trovino, per riprendere il percorso il giorno successivo.

Quest’anno, la competizione si è tenuta tra il 24 e il 31 ottobre. Il veicolo vincitore, la nipponica Tokai Challenger, è il frutto delle ricerche dell’università di Tokai. Al comando fin dal primo giorno di gara, l’automobile è riuscita a tagliare per prima il traguardo, nonostante una ruota bucata a 200 km dall’arrivo, percorrendo il percorso a una velocità media di 100 km/h. Seconda e terza classificata sono state, rispettivamente, l’olandese Nuna V e la statunitense Infinium, concepita nelle innovative sale dell’università del Michigan.
 
L’automobile giapponese, che mette fine al predominio olandese delle ultime quattro edizioni nella classe World Solar (riservata ai prototipi), ha avuto la meglio su 38 team provenienti dalle università e dalle imprese di 17 nazioni del mondo (tra cui, per esempio, Australia, Svizzera, Germania, Francia, Singapore, Canada, Malesia, Belgio, Gran Bretagna, Svizzera, Giappone, Turchia, Stati Uniti). Nella competizione della categoria Eco, riservata a veicoli già sul mercato o di prossima uscita elaborati dalle case automobilistiche, si è distinta la Tesal Roadster, che, percorrendo 501 km con una sola carica, ha stabilito un nuovo record.
 



Può interessarti