Teva 2011: nella notte di Ivrea lo spettacolo della Sprint Race Team di kayak

Di MARCO CESTE ,

sprint
sprint

Alla fine il tempo è stato clemente a ha fatto sì che si potesse svolgere senza intoppi una delle gare più spettacolari dei Teva Extreme Outdoor Games edizione 2011, la sprint race team di kayak in notturna. Infatti in molti temevano che un acquazzone potesse scatenarsi su Ivrea, come il meteo annunciava, mentre dal cielo sono piovute solo poche piogge. Cosicché l’evento che rappresenta una delle importanti novità dei Teva 2011, si è potuta svolgere senza alcun problema. E anche il pubblico di Ivrea ha contribuito a colorare una cornice di gara già di per sé assai suggestiva.

Infatti non è certo spettacolo di tutti i giorni poter ammirare canoisti di caratura internazionale impegnati in discese di coppa del mondo sulla Dora Baltea, il tutto di notte con le acque illuminate dalle luci artificiali. In conclusione, la manifestazione che per il primo anno caratterizza i Teva Extreme Outdoor Games è stata un autentico successo.

le squadre si sono misurate su di un percorso emozionante e tecnicamente dall’alto coefficiente di difficoltà. Team composti da tre atleti, che hanno gareggiato su due manche. La prima è stata dominata dalla squadra 1 della Germania, che ha completato la sua prestazione in 40”22. Distanziati di 1”46 la formazione di Francia 1, al terzo posto la Nuova Zelanda con un ritardo dai tedeschi di 2”38. In quinta e sesta posizione i team di Italia 1 e Italia 2.

Continuano nella seconda manche le emozioni della sprint race team, con la classifica finale che non subisce però importanti cambiamenti. Vince la Germania 1, composta da Paul Boeckelmann, Jakobus Stenglein e Lukas Kalkbrenner. Seconda piazza per Francia 1 con Eric Deguille, Maxime Mitaut e Fabrice Poueyto. Terza la Nuova Zelanda di Sam Sutton, Brandon Bayly e Mike Dawson. Un ottimo quinto posto per la squadra italiana composta da Michele Ramazza, Filippo Brunetti ed Enrico Lazzarotto.

Gli atleti e gli appassionati che sono accorsi allo Stadio della Canoa ad ammirare la gara, hanno riconosciuto la spettacolarità dell’evento, certamente da ripetersi nelle prossime edizioni.



Può interessarti