XTERRA Czech: successi di Ruzafa e Karaskova, quinta l’italiana Bianca Morvillo | Outdoor Passion

XTERRA Czech: successi di Ruzafa e Karaskova, quinta l’italiana Bianca Morvillo

Di EMANUELE IANNARILLI ,

XTERRA Czech (foto organizzazione) (1)
XTERRA Czech (foto organizzazione) (1)

Prachatice: la via che da Passavia, o Passau che si preferisca, venne chiamata qualche centinaio di anni fa la via dell’oro. Quella strada commerciale univa Passavia (la città dei 3 fiumi che formano il Danubio), proprio a Prachatice. Erano gli anni del rinascimento, intorno al 1500 quando Prachatice venne eretta e fortificata. Un gioiello di rara bellezza, con palazzi affrescati in vari stili, vicoli e vicoletti che ne fanno una delle città più bella della Repubblica Ceca. La via dell’oro non venne chiamata così per via del trasporto del metallo prezioso, bensì del sale. Oggi quel sale era nelle polveri di Ruzafa e Karaskova (Erbenova) che hanno regolato avversari affamati di conquista. Soprattutto di Elena che ci ha confidato che il sale glielo ha messo addosso Carina Wasle che nella frazione di running ha letterato lottato fino agli ultimi metri pagando solo 20 secondi. “Ero stanca. Avevo preso e sorpassato Carina nella frazione di mtb dove andavo molto bene. Durante il primo giro i miei familiari mi davano informazioni sul mio vantaggio che diminuiva. Ho dovuto stringere i denti fino alla fine per portare a casa questa vittoria. Ora ci vuole un po di riposo prima di tornare a gareggiare, probabilmente in Polonia. Mi dispiace molto non poter essere a Scanno, che adoro, per XTERRA Italy, ma ho bisogno di ricaricare le batterie.”

Ruzafa invece sembra ancora molto carico dopo la vittoria al mondiale. L’atleta spagnolo dopo la solita non velocissima frazione di nuoto ha sbaragliato tutti nella mtb prima e poi anche nella corsa. Secondo a 3 minuti il sudafricano Bradley Weiss che nulla può al ritorno in mtb di Ruzafa. Terzo l’atleta di casa Lucas Kocar.

Percorso davvero molto bello. Incantevole lo scenario del lago di Kristanovice a 10 km da Prachatice. Acqua rossa per le piante che vivono sul fondo e vegetazione fitta e rigogliosa. Da li partono sentieri e strade sterrate che ospitano la frazione di mtb. Tecnica quanto basta, con salite anche molto ripide e single track nei boschi da non toccare i freni…se si potesse. La frazione di running invece è un misto di circuito cittadino e ancora boschi e single track con qualche bella parete da scalare a quattro zampe.

A Prachatice era presente anche Bianca Morvillo, pro italiana che studia e lavora a Linz, un’ora circa da Prachatice. Approfittando della vicinanza dell’evento ha colto la palla al balzo per gareggiare. Ci racconta lei com’è andata: “Sono partita pianino, se così si può dire. Il nuoto non è proprio il mio forte al momento. Poi però in mtb sono riuscita a recuperare diverse posizioni e fare anche un’ottima frazione di corsa dove sono riuscita a staccare le mie inseguitrici. Ho apprezzato molto il percorso, lineare veloce e tutto da guidare. Sentendo delle buone sensazioni sono riuscita a spingere molto e sono soddisfatta di ciò. Prossimamente conto di tornare a gareggiare in Germania e poi Lavarone. Poi speriamo a Ibiza (Campionati europei Tri-Cross).
Devo dire la verità su questo evento. Le mie aspettative erano più basse. Ho scoperto invece presto che XTERRA Czech-Prachatice è la tappa con più partecipazioni al circuito europeo XTERRA (15). Un record con la pausa dello scorso anno. Sono tornati dunque “ai comandi” del capitano Michael Pilousek, biondo ceco pieno di passione, per il triathlon e per la birra (la produce con grandissimo successo) per ribadire che Prachatice entra tra quelle gare di tri-cross da fare. Stupendo il posto, ottima organizzazione con concerti e intrattenimento. Percorsi non eccessivamente estremi ma molto divertenti tra boschi pieni di funghi pieni di odori e animali. Cittadina tranquilla nella bassa Bohemia ai confini con l’alta Bavaria tedesca, un gioiello, lo ripeto.

Ora si punta dritto a Scanno, diversa e più dura, non perdona.

Classifiche: https://sportsoft.cz/en/race/overview/2543

Di Emanuele Iannarilli

  • Appassionato di sport estremi in particolare Mtb, Surf, Snowboard. Ha collaborato con Pianetamtb.it per la stesura di articoli e report per le maggiori granfondo off-road italiane e gare a tappe internazionali. Responsabile comunicazione Challenge 24mtb 2013/2014. Atleta endurance con partecipazione a gare internazionali, marathon, granfondo, gare a tappe. Responsabile comunicazione di alcune granfondo nazionali e collaboratore per alcuni brand off-road per test materiali, prova nuova prodotti. Blogger e responsabile comunicazione Bike Action Team.

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti