European Masters Games Torino 2019: in Piemonte attesi 7500 atleti da tutto il mondo

Di GIANCARLO COSTA ,

Torino European Master Games
Torino European Master Games

Tutto pronto per la IV edizione degli European Masters Games Torino 2019, che superano ogni previsione e portano in Piemonte 7.500 atleti da tutto il mondo, numero che sale a oltre 11mila se si considerano anche gli accompagnatori (allenatori, riserve, staff tecnico ecc.). Il fischio d’inizio sarà venerdì 26 luglio con le prime competizioni di calcio, calcetto, ciclismo, judo, tiro al piattello e l’avvio del Campionato Europeo di Handball.

Tra gli iscritti si registra una prevalenza della rappresentanza maschile – sono circa 5.500 gli atleti uomini contro le 2mila donne in gara. Tra gli sport più partecipati l’atletica, il nuoto, la pallamano e la pallavolo.

Dei 75 paesi esteri rappresentati spiccano Germania, Francia, Russia, India, Sud Africa, Ucraina, Emirati Arabi, Polonia, Cina, Giappone, Argentina, Brasile, Singapore, Messico, Malesia, Canada, USA, UK, Mongolia, Colombia, Egitto, Finlandia, Nuova Zelanda, Perù, Arabia Saudita, Hong Kong, Islanda, Irlanda, Israele e molti altri.

Con i suoi 93 anni, il ceco Vaclav Hejda è l’atleta iscritto con più anni di esperienza: classe 1926, Vaclav gareggerà nell’atletica leggera nelle discipline 100, 200 e 400 metri, nel salto in lungo e nel lancio del peso.

Sabato 27 luglio appuntamento con l’Inaugurazione dei Giochi aperta a tutti: ritrovo alle ore 16 al Parco del Valentino, di fronte al Games Center allestito presso il Padiglione 5 di Torino Esposizioni. La parata, che partirà alle 18, percorrerà il Parco, Viale Virgilio, l’Arco monumentale all’Arma di Artiglieria, Corso Cairoli, Via Po, Via Accademia, Via Principe Amedeo e Via Roma, per concludersi in Piazza Castello dove, alle 20, avrà luogo l’apertura e l’alzabandiera. La parata rappresenterà un momento di festa e un’occasione di incontro tra paesi e culture.

Ogni sera, dal 28 luglio al 4 agosto, dalle 20 alle 21 nel piazzale antistante il Games Center, si svolgeranno le premiazioni dei migliori atleti del giorno con l’assegnazione delle medaglie.
La Chiusura dei Giochi è in programma domenica 4 agosto, alle 20 nel parco del Valentino, con la consegna della bandiera degli European Masters Games alla prossima città ospitante nel 2023.

“Abbiamo voluto ringraziare pubblicamente, prima dell’inizio dei Giochi, gli oltre 400 volontari che hanno scelto di far parte di questo grande appuntamento, importante per lo sport e per tutto il territorio – commenta il Presidente del Comitato Organizzatore Fabrizio Benintendi. Senza i volontari questo evento non si sarebbe potuto organizzare ed è doveroso rivolgere a loro un sentito grazie. Lo facciamo oggi insieme alle istituzioni del territorio: la Città di Torino, la Regione Piemonte, la Città Metropolitana e la Camera di Commercio. Ancora una volta la passione per lo sport ci unisce e fa grande questa città, che è pronta ad accogliere la festosa marea che sta per arrivare”.
“Gli EMG sono uno straordinario appuntamento sportivo, che Torino ospiterà con orgoglio – commenta la Sindaca di Torino Chiara Appendino. L’entusiasmo, la vitalità e la condivisione delle esperienze che caratterizzano questo evento rappresentano valori a cui tengo particolarmente. Gli EMG sono la prova di come lo sport e l’attività fisica possano e debbano accompagnare i cittadini come parte della loro quotidianità. Siamo fermamente convinti che persone più attive creino società più felici, più sane, più solidali e più pronte al futuro. Io, nel mio piccolo, farò la mia parte sui campi di beach volley degli EMG. Uno sport che mi ha sempre divertito e che in queste settimane di allenamento è tornato ad appassionarmi”.

“Sport” non è l’unica parola chiave degli European Masters Games. Anche arte, cultura e salute sono temi cari al Comitato Organizzatore.
Per quel che riguarda l’arte, gli atleti potranno vivere l’emozione di gareggiare in alcuni luoghi aulici della città e del Piemonte, tra cui la centralissima Piazzetta Reale di Torino, in cui si svolgeranno le finali di scherma. In programma le finali di spada e sciabola lunedì 29 e martedì 30 luglio, dalle 18, mentre mercoledì 31 sarà la volta del fioretto, sempre alle 18. Piazzetta Reale è stata concessa gratuitamente dai Musei Reali Torino: “ringrazio la Dott.ssa Pagella per aver autorizzato la manifestazione in una delle più belle piazze di Torino”, ha dichiarato il Presidente Benintendi in conferenza stampa.
Sul piano culturale sono tante le proposte di cui gli atleti potranno godere nel loro soggiorno torinese. Innanzitutto un accordo con Turismo Torino e Provincia, che consente agli atleti e ai loro accompagnatori di usufruire di sconti e agevolazioni per la Torino+Piemonte Card, che garantisce l’accesso a molti musei e siti d’interesse del territorio. E poi ancora una collaborazione con la Fondazione Teatro Stabile, che venerdì 26 luglio porta a Torino, in occasione dell’apertura dei
Ogni sera, dal 28 luglio al 4 agosto, dalle 20 alle 21 nel piazzale antistante il Games Center, si svolgeranno le premiazioni dei migliori atleti del giorno con l’assegnazione delle medaglie.
La Chiusura dei Giochi è in programma domenica 4 agosto, alle 20 nel parco del Valentino, con la consegna della bandiera degli European Masters Games alla prossima città ospitante nel 2023.

“Abbiamo voluto ringraziare pubblicamente, prima dell’inizio dei Giochi, gli oltre 400 volontari che hanno scelto di far parte di questo grande appuntamento, importante per lo sport e per tutto il territorio – commenta il Presidente del Comitato Organizzatore Fabrizio Benintendi. Senza i volontari questo evento non si sarebbe potuto organizzare ed è doveroso rivolgere a loro un sentito grazie. Lo facciamo oggi insieme alle istituzioni del territorio: la Città di Torino, la Regione Piemonte, la Città Metropolitana e la Camera di Commercio. Ancora una volta la passione per lo sport ci unisce e fa grande questa città, che è pronta ad accogliere la festosa marea che sta per arrivare”.
Fra gli obiettivi del Comitato Organizzatore degli EMG Torino 2019 vi è anche quello di contribuire attivamente alle ricerche biomediche su vita attiva, sport e invecchiamento in salute. Per questo il Comitato ha ideato e realizzato il progetto Aging Well Program, che prevede la realizzazione di un Medical Village all’interno del Games Center, nel quale gli atleti over 65 potranno essere sottoposti a un check up e a uno screening medico con il fine di elaborare dati di ricerca che permetteranno di capire quali sono gli stili di vita, l’alimentazione, lo sport praticato che permettono a un “non più giovane” di mantenersi in ottima salute. Al Medical Village sarà presente anche l’Istituto delle Riabilitazioni Riba (IRR), che metterà a disposizione degli atleti postazioni di Walker View, la stimolazione transcranica a corrente diretta (tDCS) e il neuro-feedback. E ancora saranno rese disponibili postazioni di osteopatia grazie alla collaborazione con l’International College of Osteopathic Medicine (ICOM). Dedicato all’Aging Well Program anche il convegno in programma martedì 30 luglio alle 18 al Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri con, tra gli altri, l’astronauta italiano Carlo Viberti e il campione olimpico di pallavolo Franco Bertoli, medaglia di bronzo a Los Angeles 1984.
Infine, grazie alla collaborazione con Orangogo, a tutti gli atleti sarà data la possibilità di allenarsi quando non gareggiano: le Case Sport rappresentano il punto di incontro tra gli sportivi e le strutture piemontesi coinvolte nel progetto come parte attiva della manifestazione. L’elenco completo delle strutture e le modalità di prenotazione degli spazi disponibili sul sito www.torino2019emg.org

• I programmi sportivi di ciascuno sport, con i giorni e gli orari di ogni disciplina, sono disponibili nelle pagine dedicate al singolo sport del sito https://www.torino2019emg.org/it/elenco-sport/

Fonte Mailander

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti