A fine luglio TRI@MI il primo Triathlon Olimpico di Milano

Di GIANCARLO COSTA ,

Frazione ciclistica del Triathlon (foto cometapress)
Frazione ciclistica del Triathlon (foto cometapress)

Domenica 28 luglio si svolgerà la prima edizione del triathlon milanese sulla distanza olimpica di 1.500 metri di nuoto, 40 chilometri di ciclismo e 10 chilometri di corsa a piedi.

Tri@MI si svolgerà all’interno dei confini di Milano, con partenza dal Parco delle Cave e arrivo al Castello Sforzesco. La vigilia previste gare promozionali di multidisciplina: alla due giorni sono attesi oltre mille atleti.

Le grandi metropoli europee ne hanno uno, e quest’anno anche Milano potrà fregiarsi dell’organizzazione di un triathlon olimpico. Domenica 28 luglio, infatti, il capoluogo lombardo ospiterà la prima edizione di Tri@MI, una gara della triplice disciplina che si sviluppa all’interno dei confini della città.

La prima frazione di nuoto di 1.500 metri si svolgerà nello specchio d’acqua del Parco delle Cave, nella parte occidentale della città, e, una volta usciti dall’acqua, i concorrenti inforcheranno la propria bicicletta per pedalare in un circuito da ripetersi più volte, fino alla distanza degli usuali 40 chilometri del format olimpico. La seconda zona cambio, quella dal ciclismo alla corsa, verrà allestita lungo il lato sud-ovest del Castello Sforzesco e da qui i triatleti partiranno per l’ultima frazione di 10 chilometri di podismo su un anello all’interno del Parco Sempione.

E la denominazione scelta? Il nome Tri@MI sintetizza l’essenza della gara, triathlon a Milano, e d avrà il claim molto semplice in “L’Olimpico di Milano”, mentre per la comunicazione all’estero si utilizzerà il sottotitolo “The fashion triathlon of Milan”, ricordando come il capoluogo lombardo sia riconosciuto internazionalmente come il luogo centrale della moda italiana.

A curare l’organizzazione della prima edizione del Triathlon Olimpico di Milano ci sarà il gruppo di lavoro del Friesian Team, da oltre vent’anni impegnato nella ideazione e allestimento di manifestazioni multidisciplinari.

«Abbiamo chiesto d i poter organizzare un triathlon sulla distanza olimpica perché ce lo hanno chiesto numerosi atleti italiani – ha commentato Marco Zaffaroni del Friesian Team – e soprattutto perché crediamo che Milano debba avere una gara di prestigio e, nel prossimo futuro, in grado di attirare atleti da tutta Europa».

E nel solco tracciato in questi due decenni da Marco Zaffaroni e compagni, anche Tri@MI sarà preceduto da una giornata di “promozione” della triplice.

Infatti sabato 27 luglio la prima gara scatterà alle 10.00 il Triathlon Super Sprint MTB; alle 11.30 è la volta di una prova di Aquathlon Classico (2,5 km di corsa + 1.000 metri di nuoto + 2,5 km di corsa) seguita alle 13.00 da una per la categoria Youth. Chiude il programma un Triathlon Kids alle 14.30, e a seguire le premiazioni.

L’attività propagandistica della multidisciplina proseguirà anche domenica 28 luglio: dopo la partenza del Tri@MI scatterà la staffetta di Triathlon Promozionale composta da tre frazioni, uno per disciplina.

Maggiori informazioni su www.friesianteam.com mentre per le iscrizioni è attivo il sito www.kronoservice.com

Fonte ufficio stampa organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti