Giorni decisivi per il tentativo di vetta al Nanga Parbat di Simone Moro e Tamara Lunger

Di GIANCARLO COSTA ,

Nanga Parbat (foto fb Simone Moro)
Nanga Parbat (foto fb Simone Moro)

Manca circa un mese alla fine dell'inverno, ma questi sono giorni decisivi per il successo o la ritirata delle spedizioni impegnate in Himalaya nel tentativo di scalare il Nanga Parbat (quota 8126 metri) in inverno.

Il versante è il Diamir, ieri Alex Txicon, Ali Sadpara, Simone Moro e Tamara Lunger, la nuova cordata che si è venuta a formare a inizio febbraio (Daniele Nardi ha rinunciato ed è di ritorno in Italia), sono riusciti a salire sulla via Kinshofer e a raggiungere campo 2 a quota 6100 metri. L’obiettivo oggi per loro è quello di raggiungere campo 3, già fissato a quota 6700 metri, si tratta del punto più alto raggiunto in precedenza da Txicon e Sadpara.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti