La montagna di Christoph Hainz a Torino

Di GIANCARLO COSTA ,

Christoph Hainz
Christoph Hainz

La città di Torino ha ospitato Christoph Hainz, uno degli alpinisti più rappresentativi nel panorama mondiale presso il centro incontri del CAI. Un´occasione per ascoltare dalle parole di Christoph il racconto dello USA-Road Trip, il roadshow americano che l´ha visto protagonista quest´estate insieme al compagno di cordata Roger Schaeli, entrambi del SALEWA alpineXtrem team. I due atleti hanno affrontato pareti che hanno fatto la storia dell´arrampicata moderna: vie classiche come Moonlight Buttress (5.9 C2) nello Zion Nationalpark, Separate Reality (5.12a) nello Yosemite e The Romantic Rockwarrior (5,12b) nei Needles. Un sogno che ogni climber vorrebbe vivere in prima persona. Avventura e passione anche per quanto riguarda il Magic Mushroom, l´ormai mitica apertura della nuova via sulla parete nord dell´Eiger avvenuta nel 2007 sempre in compagnia del giovane Roger Schaeli. Il lungo elenco delle imprese alpinistiche di Hainz è davvero impressionante e conta oltre 2000 vie (di cui 20 in solitaria con livello di difficoltà compreso tra VI e VIII.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti