E' morto Maurice Herzog: scalò l'Annapurna nel 1950 e fu il primo alpinista su un 8000

Di GIANCARLO COSTA ,

Maurce Herzog (foto ffme.fr)
Maurce Herzog (foto ffme.fr)

Il vecchio alpinista francese, nonché uomo politico, Maurice Herzog è morto venerdì scorso all'età di 93 anni.

Il 3 Giugno 1950, Maurice Herzog e Louis Lachenal raggiunsero la vetta dell'Annapurna (8091 m), diventando così i primi uomini a scalare una vetta di oltre 8000 metri.

Maurice Herzog si diede alla politica, diventando anche Ministro del governo del generale de Gaulle e membro eletto del Rodano e della Haute-Savoie. Inoltre è stato anche sindaco di Chamonix dal 1968-1977.

Partecipò alla Resistenza durante la seconda guerra mondiale, in seguito fu elevato alla dignità di Gran Croce della Legion d'Onore. E' stato anche membro del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) dal 1970 al 1995.

Maurice Herzog ha raccontato la più grande avventura della sua vita in quello che è un best-seller assoluto nella letteratura di montagna “Annapurna primo 8000” (ed. Arthaud, 1951), che ha venduto copie per una decina di milioni di euro ed è stato tradotto in 40 lingue.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti