Passione Climbing: le riflessioni di Gabriel Motica sulle sue amate montagne

Di GIANCARLO COSTA ,

Gabriel Motica Passione Climbing
Gabriel Motica Passione Climbing

Abbiamo trascorso un po’ di tempo con Gabriel Motica, climber romeno, un grande sostenitore di Kayland, e abbiamo scoperto alcune cose interessanti a proposito della sua passione per le montagne e per il suo lavoro.

Qual è la tua formazione e la tua esperienza di alpinismo e spedizione?

Ho arrampicato e sono andato in montagna da quando ho ricordi. Adesso sono 37 anni di alpinismo e arrampicata, e continuo a farlo. Quando ero giovane, ho scalato diverse vie sui Carpazi, 6B UIAA, VII-. Ho attraversato le creste dei Carpazi, ho partecipato a competizioni nazionali di
arrampicata. Ho aperto nuove vie sulle mie montagne natali. Nella seconda parte, ho potuto valicare i confini nazionali e scoprire le Alpi, non solo sui libri che leggevo quand’ero un teenager. Così, cominciai a percorrere le classiche vie alpine. A ora, ho scalato 24 cime sopra i 4000 metri sulle Alpi. Non posso dimenticare lo splendore delle Dolomiti, dove ho fatto molte, molte ascensioni. Nel 2014, ho avuto la possibilità di esser parte della spedizione romena sull’Everest.

Quali sono le imprese che ti hanno emozionato maggiormente in montagna?

Ogni escursione sulle montagne è una sfida. Ogni volta s’impara qualcosa. Ma l’esperienza di vivere una spedizione sul Monte Everest per due mesi è stata sia l’avventura più emozionante sia il mio più grande traguardo. Un sogno che si è realizzato. L’ho sognato e pianificato sin da quando ero
bambino. Ho incontrato un nuovo mondo, nuove culture, nuove montagne. Le montagne più alte. Passare 44 giorni sopra quota 5000, dei quali 18 consecutivi a 6400 metri è stato un test molto probante per me, una sfida per superare i miei limiti.

Cosa significa per te vivere la montagna?

Per me è uno stile di vita, la passione più importante della mia vita. Lavoro in montagna. Vado in ferie in montagna. Porto la mia famiglia e i miei amici in montagna. Ho perso buoni amici in montagna. Le montagne mostrano diverse facce ogni volta, noi otteniamo sensazioni ed esperienze
diverse che ci arricchiscono spiritualmente. Dobbiamo uscire e cercare di conoscerle.

Spiegaci se e perché è così importante il giusto equipaggiamento per affrontare la montagna.

Insieme a un allenamento specifico e alle conoscenze tecniche, il giusto equipaggiamento completa il miglior team per raggiungere la vetta della montagna e ritornare alla base in sicurezza.

Quali sono le caratteristiche più importanti in una scarpa da montagna e per quali secondo te i prodotti di Kayland rispondono a queste esigenze?

Uno scarpone da montagna deve essere immediatamente comodo, nel momento in cui lo si indossa. Deve offrire comfort, stabilità, protezione, aderenza sul terreno, e deve mantenere il piede asciutto.
Kayland risponde a queste esigenze usando i migliori materiali, nuove tecnologie, una ricerca continua sull’anatomia del piede e sulla dinamica. Sono focalizzati sul comfort e sulla funzionalità del piede. I modelli di Kayland sono basati su 8 forme tra di loro differenti, forse anche di
più!

Cosa ti piace di più del marchio Kayland?

Come dice il loro motto, si muovono in avanti. Il marchio Kayland si evolve, continua a svilupparsi. Non si arrendono. E, cosa più importante, non si discostano dai loro principi. Sono verticali.
Cosa consigli a chi vuole avvicinarsi al mondo dell'alpinismo?

Bisogna essere pazienti, passare attraverso ogni singolo passaggio. Bisogna conoscere le montagne, la bellezza, ma essere consapevoli dei pericoli che si possono incontrare. Imparare a rispettare la montagna. E una volta iniziata l’avventura, non bisogna arrendersi.

La Romania possiede molte montagne interessanti, come la catena dei Carpazi. Quali sono secondo te le vette più interessanti da scalare/camminare?

La catena dei Carpazi occupa un terzo della superficie della Romania. È molto lunga e vasta, divisa in più gruppi di monti, tra i quali vorrei menzionare le montagne dei Maramuri (dove vivo); Piatra Craiului, un gruppo di montagne rocciose; Făgăraș Mountain - le Alpi della Transilvania; Retezat -
magnifici panorami con un sacco di laghi da ghiacciaio. I Carpazi romeni sono il posto ideale per avventure selvagge che non potrai trovare in altre montagne nel mondo. L’ambiente selvaggio è la parola che caratterizza le nostre montagne. Abbiamo ancora villaggi montani tradizionali con
vecchie tradizioni e gente assai ospitale.

Articolo Publiredazionale

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti