Test zaino Osprey Mutant 28

Di GIANCARLO COSTA ,

Test zaino Osprey Mutant 28
Test zaino Osprey Mutant 28

Lo zaino Osprey Mutant 28 è disegnato per le scalate e le arrampicate in ogni stagione dell'anno: ultra leggero, flessibile, rimovibile e adattabile alle stagioni, un partner per l'arrampicata su cui poter sempre fare affidamento.

In inverno si potrà apprezzare lo schienale respingi neve, le asole laterali per gli sci e il sistema con doppio ToolLock™ che permette il fissaggio rapido e veloce di una o due picozze.
In estate gli spallacci Eva fustellati dotati di sistema di aerazione permettono una buona traspirazione, inoltre è possibile ridurre di 280 gr il peso totale dello zaino grazie ad alcuni accessori rimovibili.

L'accesso principale allo zaino Mutant 28 è una zip d'apertura nella parte superiore, grazie alla quale è possibile caricare lo zaino come come un secchio disegnato per inghiottire l'attrezzatura. Integrati nella parte superiore vi sono un sistema di compressione e una sacca a rete per per il casco.
Caratteristiche:
- Doppio ToolLock TM per fissaggio piccozza
- Vano integrato per casco da sci/scalata
- Copertura superiore FlapJacket TM da usare senza cappuccio
- Telaio rimovibile HDPE con sostegno di alluminio T6061
- Tessuto PU resistente all'abrasione sul pannello frontale
- Fibbie utilizzabili con i guanti
- Peso: 0.96 kg (M/L)
- Dimensioni massime (cm): 56 (l) x 30 (w) x 30 (d)
- Tessuto principale: 210D Nylon Dobby
- Prezzo: 130 €

Di seguito il test realizzato sul campo da VieNormali.it

Articolo Publiredazionale

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti