“Ottomila metri di amicizia” Serata con gli alpinisti SILVIO “GNARO” MONDINELLI e MARCO CONFORTOLA

Di GIANCARLO COSTA ,

[0]Presentazione-serata-Mondinelli-Confortola.jpg
[0]Presentazione-serata-Mondinelli-Confortola.jpg

Serata dedicata al grande alpinismo, giovedì 25 febbraio alle 21 al Teatro Civico di Varallo Sesia. La locale sezione del Club Alpino Italiano, con il patrocinio della Città di Varallo, presenta "Ottomila metri di amicizia", serata con i famosi alpinisti Silvio "Gnaro" Mondinelli e Marco Confortola, compagni di viaggio in numerose spedizioni himalayane. L'appuntamento ripercorrerà le avventure estreme dei due sportivi e gli aneddoti della loro lunga amicizia attraverso immagini e racconti.

La serata è organizzata grazie al contributo di Tempo Libero Sport, Acqua Lauretana e Focus Himalaya Travel, che distribuiranno ai presenti, con la collaborazione delle donne in costume tipico valsesiano, omaggi, gadget e materiali informativi. L'organizzazione tecnica dell'evento è curata da Veronica Balocco e Massimiliano Rosso.

LA SERATA - Temi centrali della serata saranno la passione per la montagna, le grandi scalate, la dura vita delle spedizioni, ma non solo. La presenza di due  tra i più grandi rappresentanti dell'alpinismo italiano, protagonisti di primissimo piano anche del panorama internazionale, consentirà anche di porre l'accento sui temi dell'amicizia e della solidarietà ad alta quota. Silvio "Gnaro" Mondinelli, il noto alpinista di Alagna Valsesia, secondo italiano (dopo Reinhold Messner) e sesto uomo al mondo ad aver compiuto l'ascensione di tutti i 14 Ottomila senza ossigeno, ha infatti condiviso con Marco Confortola (sei Ottomila, sopravvissuto ad agosto 2008 alla più grande tragedia mai avvenuta sul K2) numerose spedizioni sulla catena himalayana. Tra i due col tempo si è instaurato un rapporto di amicizia che valica i confini del semplice alpinismo e anche questo sarà uno dei temi che verranno trattati nel corso della serata di Varallo.

I racconti dei protagonisti, moderati dalla giornalista Veronica Balocco, saranno inoltre corredati dalle immagini, con la proiezione di alcuni video relativi alle imprese alpinistiche che i due hanno compiuto nel corso della loro carriera.

RICAVATO - La serata avrà un costo di ingresso di 7 euro. Il ricavato sarà devoluto alle associazioni onlus "Gli amici del Monte Rosa" di Silvio Mondinelli e "Lo Sport è vita" di Marco Confortola.

"Gli amici del Monte Rosa" è nata con lo scopo di portare un aiuto concreto alle popolazioni nepalesi. Il primo traguardo che ha raggiunto è quello di costruire e attrezzare un Trauma Point in un punto strategico sulla via principale che collega Kathmandu a Pokara allo scopo di assicurare assistenza qualificata e tempestiva alle numerosissime vittime degli incidenti stradali che con grande frequenza si verificano sull'importante arteria stradale. Il 22 ottobre 2005 questo sogno è diventato realtà e l'ospedale ha iniziato la sua attività a pieno ritmo.

"Lo Sport è vita" mira invece a diffondere la cultura dello sport tra i giovani, insegnando loro un modello di vita sano che coniughi attività fisica e amore per la montagna. Nel nome dell'associazione, Confortola tiene numerose conferenze nelle scuole e ogni anno organizza un'ascensione su una montagna in compagnia di decine di studenti.

I PROTAGONISTI

Silvio "Gnaro" Mondinelli. Nato il 24 giugno 1958 a Gardone Val Trompia (Bs), vive nella sua terra di origine fino al 1976, anno nel quale si arruola nella Guardia di Finanza e inizia a conoscere ed amare la montagna. Nel 1978 viene trasferito nella caserma di Alagna Valsesia, ai piedi del Monte Rosa. Nel 1981 diviene Guida Alpina e dal 1987 al 1991 è istruttore guide.

Nel corso della sua carriera alpinistica compie moltissime ascensioni sulle Alpi, di cui alcune prime e prime ripetizioni, soprattutto sul Monte Rosa. Le sue esperienze extra-europee in Sud e Nord America, Himalaya e Karakorum iniziano nel 1984. Ad oggi ha partecipato a una ventina di spedizioni sugli "ottomila", in 14 delle quali è riuscito a raggiungere la vetta principale entrando nel ristretto albo di coloro che hanno terminato la "corsa agli ottomila" (tredici persone in tutto, sei dei quali senza ossigeno).

L'anno 2001 è senza dubbio stato quello più importante di tutta la sua carriera alpinistica: in soli 5 mesi ha scalato ben 4 ottomlia (Everest, Gasherbrum I, Gasherbrum II, Dhaulagiri).

Nell'ambiente alpinistico però Gnaro è conosciuto non solo e non tanto per aver scalato tutte le 14 montagne che superano gli 8.000 metri senza aver mai fatto uso di ossigeno, quanto per i molteplici soccorsi effettuati durante le sue spedizioni extra-europee. Spesso proprio la decisione di portare aiuto a qualche alpinista in difficoltà, talvolta un amico, più di frequente uno sconosciuto, si è rivelata determinante per il fallimento di un tentativo di scalata alla vetta; non per questo Gnaro ha chiuso gli occhi di fronte alla sofferenza umana.

Curriculum alpinistico (Ottomila)

1993 Manaslu

1996 Shisha Pangma

1997 Cho Oyu

2001 Everest

2001 Gasherbrum I

2001 Dhaulagiri

2002 Makalu

2002 Gasherbrum II

2003 Kanchenjunga

2004 K2

2005 Nanga Parbat

2006 Lhotse

2006 Annapurna

2007 Broad Peak

Marco "Selvadek" Confortola. Nato il 22 maggio del 1971 a Valfurva (So), diventa  Aspirante Guida Alpina il 17 settembre 1990 (la più giovane d'Italia per 5 anni). Il 28 giugno 1993 diventa Guida Alpina Internazionale (la più giovane d'Europa per 4 anni). Dal 14 settembre 1995 è Maestro di sci, disciplina Alpina. Fa parte del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino.

La sua avventura di "cacciatore di Ottomila" inizia nel 2004, con la partecipazione alla spedizione Everest-K2, nella quale realizza la prima salita valtellinese alla vetta più alta del  mondo. Dopo aver scalato cinque Ottomila, nel 2008 prende parte alla spedizione Share Everest organizzata dal Comitato Ev-K2-Cnr e contribuisce, con Silvio Gnaro Mondinelli e Michele Enzio, a montare a Colle Sud la stazione meteo più alta del mondo.

Nell'agosto dello stesso anno raggiunge la vetta del K2, ma un bivacco a 8.400 metri e un lungo soccorso a tre colleghi gli costeranno il congelamento e la successiva amputazione  di tutte le dita dei piedi. Nella stessa spedizione, raccontata nel libro "Giorni di ghiaccio" (ed. Baldini Castoldi Dalai), muoiono undici alpinisti. 

Curriculum alpinistico (tappe principali)

2003 prima discesa italiana e seconda mondiale parete nord Ortler

2004 prima salita valtellinese monte Everest 8848 mt. versante nord

2005 concatenamento 4 pareti nord: Ortler, G. Zebrù, Piccolo Zebrù, Tresero

2006 Shisha Pangma mt. 8027

2006 Annapurna mt. 8091

2007 Cho Oyu mt. 8200

2007 Broad Peak mt. 8047

2008 K2 mt 8.611

Grazie a

ACQUA LAURETANA

E' l'acqua più leggera d'Europa. La fonte si trova nel sito protetto del massiccio del Monte Rosa e scende verso una sorgente artesiana situata a 1.050 metri di altezza.

Lo stabilimento ha sede nel comune biellese di Graglia

TEMPO LIBERO SPORT

Negozio di articoli sportivi con sede a Borgosesia, in località Rondò.

Punto di riferimento per gli sportivi valsesiani, è specializzato in articoli da montagna

e propone una ricca gamma di articoli per gli appassionati di numerose discipline sportive

FOCUS HIMALAYA TRAVEL

Tour operator con sede a Milano.

E' specializzato nelle regioni himalayane,

nei paesi del Sud Est asiatico e in tutto il continente americano.

Accanto alle proposte di viaggio convenzionali organizza trekking sui sentieri di tutto il mondo

(Veronica Balocco)

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti