ITINERARIO SCI-SNOWBOARD-ALPINISMO – MONT BLANC DE TACUL (4248 m.) – CHAMONIX (FRANCIA)

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura_Mont_Blanc_de_Tacul.jpg
Apertura_Mont_Blanc_de_Tacul.jpg

INIZIO ITINERARIO: Chamonix, funivia Aiguille du Midi ACCESSO: Per arrivare a Chamonix, autostrada A5 Aosta-Courmayeur, tunnel del Monte Bianco DISLIVELLO: 400 metri circa DIFFICOLTA’: Alpinismo PERIODO CONSIGLIATO: da Aprile ad Ottobre ATTREZZATURA: da alpinismo, piccozza, ramponi, corda, più sci o snowboard a scelta INDIRIZZI UTILI: web www.meteo.fr www.st-gervais.net www.chamonix.com Refuge des Cosmiques tel: +33(0)450544016 Ufficio del turismo Chamonix tel +33(0)450530024 Soccorso: numero internazionale 112 PGHM Chamonix: +33(0)450531689 Soccorso Val d’Aosta 0165230253

DESCRIZIONE ITINERARIO: Arrivati a Chamonix, parcheggiare in prossimità della funivia, salire con questa all’Aiguille du Midi, scendere sul ghiacciaio, percorrendo l’evidente sentiero glaciale attrezzato, calzando i ramponi per prudenza, quindi se dotati di sci o snowboard usarli per scivolare fino al pianoro oltre l’evidente Rifugio dei Cosmiques, da qui iniziare la salita verso il crepaccio terminale del Mont Blanc de Tacul. Di qui salire il passaggio ripido, oppure aggirarlo con una leggera discesa per salire nella traccia a fianco come mostrato nelle foto. Salire, facendo attenzione ad un paio di passaggi tra i ponti di neve, fino alla spalla del Mont Blanc de Tacul. Da qui si può scendere e traversare verso il Mont Maudit, oppure, come nel nostro caso, continuare la salita della dorsale, fino alla cresta finale che porta al Mont Blanc de Tacul (4248 m.). Per scendere fare a ritroso l’itinerario di salita, facendo attenzione ai passaggi tra i crepacci e, se si usano sci o snowboard, alla pendenza del pendio.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti