Alpi Marittime

Alluvione del 2 ottobre: valutazione dei danni alle Alpi Marittime

Di Giancarlo Costa

Sentiero di Fremamorta (foto area protetta alpi marittime)

A seguito dell'alluvione del 2 ottobre l'Ente parco conteggia i danni che, a una prima stima, ammonterebbero a quasi due milioni di euro
I recenti eventi alluvionali hanno interessato anche il territorio gestito dalle Aree Protette delle Alpi Marittime. Mentre per quanto riguarda la zona del Marguareis i danni sia a Carnino (dove per altro è al momento chiusa al traffico la strada che sale da Ponti di Nava) sia in alta Valle Pesio paiono contenuti, nel Parco ...

Continua a leggere

Lo stambecco: il signore delle Alpi protagonista a Entracque

Di Giancarlo Costa

Stambecco

Lo stambecco è uno dei simboli dell'ambiente alpino, da sempre associato nell'immaginario collettivo ad agilità e forza: dalla preistoria ai tempi moderni è stato da sempre preda ambita, tanto da essere giunto sull'orlo dell'estinzione a metà del 1800. Oggi è nuovamente diffuso su tutto l'arco alpino grazie a una serie di operazioni di reintroduzione messe in atto nel secolo scorso.
Quanti sono gli stambecchi delle Marittime? Come si contano e come vengono monitorati? Quali le minacce ancora in atto?

...

Continua a leggere

Possibili le escursioni sulle Alpi Marittime ma in sicurezza

Di Giancarlo Costa

Alpi Marittime

Dal 4 maggio si è tornati a praticare attività motorie e sportive nella natura delle Aree Protette Alpi Marittime. A tal proposito l'Ente di gestione delle Aree protette auspica che la frequentazione del proprio territorio sia svolta con prudenza e nel rispetto delle comunità locali, oltre che naturalmente delle norme stabilite a livello nazionale, regionale e, in alcuni casi, anche comunali per la prevenzione dal contagio del Covid-19.
L'attuale regolamentazione, in vigore sino al 17 maggio, consente solo le ...

Continua a leggere

Guardiaparco a pedali per l'ambiente nelle Aree protette Alpi Marittime

Di Giancarlo Costa

Guardiaparco con bici elettriche (foto Bernardi)

Le Aree protette Alpi Marittime s’impegnano con un’azione concreta nella riduzione delle emissioni in atmosfera. I guardiaparco da quest’estate useranno meno le auto e più le bici.
In questi giorni sono stati dotati di alcune biciclette a pedalata assistita per fare vigilanza e per gli spostamenti tra gli uffici.
Si tratta di un’iniziativa che viene condotta nella consapevolezza che si tratta di una piccola goccia nel mare nella lotta ai cambiamenti climatici ma che vuole essere da esempio e stimolo ...

Continua a leggere

Le Aree protette Alpi Marittime e il Comune di Entracque impegnati nel turismo sostenibile con Enel Green Power

Di Giancarlo Costa

Accordo Comune Entracque Enel Gree Power Arre Protette delle Alpi (foto cuneodice)

Il Comune di Entracque è apripista - insieme con l'Ente parco e Enel Green Power di un progetto che sarà declinato in tutta Italia per la valorizzazione dei territori e la diffusione del turismo "green"
È stato presentato il memorandum d'intesa siglato tra Enel Green Power, l'Ente di gestione delle Aree Protette Alpi Marittime e l'Amministrazione Comunale della località dell'alta Valle Gesso che ha l'obiettivo di tutelare e promuovere il grandissimo patrimonio naturalistico e paesaggistico dell'area attraverso il sostegno a ...

Continua a leggere

Le Aree protette Alpi Marittime pubblicano la nuova guida “I grandi trekking delle Alpi del Mare”

Di Giancarlo Costa

La Via del Sale in mountain bike

Dodici itinerari a tappe, con varianti, per escursionisti, ciclisti e cavalieri attraverso le Alpi del Mare. A descriverli, la nuovissima guida "I grandi trekking delle Alpi del Mare" appena pubblicata dalle Aree protette Alpi Marittime per promuovere le attività outdoor tra il Colle di Tenda e il Colle di Nava. Quell'estremo lembo di arco alpino tutelato dai parchi naturali del Marguareis e delle Alpi Liguri, riconosciuto per essere una delle aree a più alta biodiversità d'Europa. Un territorio ...

Continua a leggere

Il Progetto Migrans del Parco Alpi Marittime monitora la migrazione di rapaci

Di Giancarlo Costa

Biancone Day 2105 (foto liguria binding)

Da oltre venticinque anni a fine estate, in provincia di Cuneo, i volontari delle Associazioni AmicoParco, Cuneobirding e LIPU e i tecnici del Parco Naturale delle Alpi Marittime seguono la migrazione dei rapaci, in particolare di un insettivoro, il falco pecchiaiolo, e di un predatore di rettili, il biancone. La loro migrazione, sconosciuta ai più, non ha nulla da invidiare a quella di altre specie più famose, come le cicogne e le rondini. Basti pensare che dal 1992 a oggi ...

Continua a leggere

Lavori sui sentieri del Parco delle Alpi Marittime, un progetto di volontariato per migliorare la rete escursionistica

Di Giancarlo Costa

La segnaletica nel Parco Alta Valle Pesio e Tanaro

Misura 16 metri ed ha richiesto diversi giorni di lavoro la passerella che il personale del Parco naturale delle Alpi Marittime ha ripristinato al Piano superiore del Valasco nei giorni scorsi.

Un ponte di legno su due campate che permette di camminare agevolmente sulla mulattiera ex militare per i laghi di Valscura, la Bassa del Druos e il rifugio Emilio Questa. Un itinerario tra i più frequentati delle Marittime che nel 2011 è stato oggetto di un importante intervento di ...

Continua a leggere

Le rassegne estive del Parco naturale Alpi Marittime: dalle Alpi dl Mare patrimonio Unesco all'editoria di montagna

Di Giancarlo Costa

Alpi Marittime.jpg

Il Parco naturale Alpi Marittime, giovedì 3 luglio, inaugura il calendario delle serate della bella stagione. Incontri itineranti nei comuni e nelle principali località turistiche del territorio in cui si parlerà di editoria di montagna e naturalistica e delle Alpi del Mare (Parchi Marittime, Marguareis, Mercantour, Alpi Liguri, i siti Natura 2000 della Provincia di Imperia e i Giardini Hambury). Un'ampia zona recentemente iscritta, come richiede l'UNESCO per i beni transfrontalieri, nelle liste indicative di reperimento dei nuovi siti del ...

Continua a leggere

Duecento tecnici da tutte le Alpi sulle tracce dei lupi: un corso del parco delle Marittime per formare operatori in grado di monitorare la presenza del predatore

Di Giancarlo Costa

Lupi (foto lastampa.it)

Il lupo è tornato ad abitare le Alpi Occidentali nei primi anni '90 e ormai la sua presenza è una realtà stabile su tutto il settore. Il percorso di colonizzazione del predatore, partito dall'Appennino abruzzese negli anni '70, continua oggi in direzione delle Alpi Centrali e Orientali, dove ci si sta preparando ad affrontare il suo ritorno in modo da creare fin da subito le migliori condizioni di convivenza fra il lupo e le attività umane in montagna, in primo ...

Continua a leggere